sabato 7 gennaio 2017

Messico - Pronunciamento congiunto del CNI e dell'EZLN per la libertà di Machi Francisca Lincolao

Al popolo Mapuche:

Al Popolo Cileno:

Alla Sexta Internazionale:

Ai mezzi di comunicazione:

Popoli, nazioni e tribù che siamo il Congresso Nazionale Indigeno, inviamo un saluto fraterno e solidale a Machi Francisca Lincolao Huircapan, del popolo Mapuche, in Cile, in arresto dal 30 marzo 2016. Sappiamo che lo sciopero della fame della compagna Machi Francisca in resistenza, è per esigere la giustizia che il malgoverno cileno le ha negato, mantenendola sequestrata per il reato di perseguire nella difesa delle risorse naturali, dei luoghi sacri e dei diritti culturali del suo popolo, ed in attesa che la sua salute si deteriori tanto da compromettere la vita della compagna il cui stato di salute è estremamente delicato.

Denunciamo che mentre il governo cileno reprime la Machi Francisca, protegge sfacciatamente i capitalisti transnazionali ed i cacicchi come il latifondista Alejandro Taldriz, il suo disboscamento illegale e la corruzione dello stato che lo protegge.

Il Congresso Nazionale Indigeno e l’EZLN esigono:


  1. La liberazione immediata della compagna Machi Francisca Lincolao Huircapan
  2. La cessazione della repressione contro il degno popolo mapuche e la revoca della Ley Anti terrorista volta solo a criminalizzare la difesa del territorio dei popoli originari cileni e che ha solo scopo razzista e repressivo.
  3. Il rispetto assoluto del territorio Mapuche.

Gennaio 2017

Per la ricostituzione integrale dei nostri popoli.

Mai più un Messico senza di Noi.

CONGRESSO NAZIONALE INDIGENO

ESERCITO ZAPATISTA DI LIBERAZIONE NAZIONALE

Traduzione “Maribel” – Bergamo